Il ministero dei Trasporti ha emanato il decreto per gli investimenti delle aziende di autotrasporto in conto terzi nel 2016.

 

l ministero dei Trasporti ha emanato il decreto per gli investimenti delle aziende di autotrasporto in conto terzi nel 2016.

Sono stati stanziati 25 milioni di fondi che saranno così distribuiti:
In particolare è previsto:

- 7 milioni di euro per acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG e elettrica (Full Electric). Il contributo di è 3.500 euro per ogni veicolo a gas naturale compresso con massa complessiva da 3,5 a 7 tonnellate, di 10mila euro per ogni veicolo elettrico, 8000 euro per ogni veicolo CNG di massa complessiva superiore a 7 tonnellate, di 20mila euro per ogni veicolo a gas naturale liquefatto con massa complessiva superiore a 7 tonnellate.

- 6,5 milioni di euro per la radiazione o per rottamazione o per esportazione al di fuori del territorio dell'Unione europea e il conseguente acquisto di autocarri nuovi di massa complessiva pari o superiore a 11,5 ton con massa complessiva pari o superiore a 11,5 tonnellate. Il contributo di 7000 euro per ogni veicolo radiato in corrispondenza dell'acquisto di un nuovo Euro VI.

- 9 milioni di euro per acquisizione anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energeticaper l'acquisto di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica realizzati per il trasporto combinato strada-rotaia e per il trasporto combinato strada-mare dotati di dispositivi "innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica". Il contributo è del 10% (per medie imprese) o del 20% (per piccole imprese) del prezzo di ogni semirimorchio, con un massimo di 5000 euro per unità.

- 2,5 milioni di euro per l'acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di casse mobili e rimorchi o semirimorchi portacasse, "così da facilitare l'utilizzazione di diverse modalità di trasporto in combinazione tra loro. Il contributo è fino a 8500 euro.

Per l'ottenimento del contributo è necessario inviare - a partire dal 20 Ottobre - una domanda su modulo elettronico (da firmare digitalmente) che verrà pubblicato sul sito del Ministero dei Trasporti giorno 10 Ottobre (sezione autotrasporto - contributi ed incentivi).

Fin qui, tutto chiaro. Ma è necessario sapere:

  1. Per poter usufruire dell'incentivo, il veicolo deve essere immatricolato tra il 15 Settembre 2016 e il 15 aprile 2017
  2. I contributi possono essere maggiorati del 10% in caso di piccole e medie imprese
  3. Le imprese, anche se associate a un consorzio o a una cooperativa, possono presentare una sola domanda di contributo per in importo massimo di € 600.00

Infine, è necessario precisare che i contributi non vengono erogati con la modalità "first arrived, first served" (primo arrivato, primo servito"), ma verranno ripartiti tra tutte le aziende che hanno fatto richiesta di accesso agli incentivi. Le somme stanziate possono essere rimodulate (aumentate) qualora siano disponibili altre risorse, in caso contrario il contributo verrà ridotto proporzionalmente tra tutte le aziende che ne hanno fatto richiesta.

Tutti i nostri consulenti sono a Vostra disposizione per eventuali informazioni ed evenienze. Veniteci a trovare in concessionaria per maggiori informazioni. Aggiorneremo l'articolo non appena saranno pubblicate le procedure sul sito del Ministero dei Trasporti.